Oggi al Mic riunione per candidature Unesco: c’è anche Santa Maria di Farfa

Beatrice Masci
05/02/2024

Oggi al Mic riunione per candidature Unesco: c’è anche Santa Maria di Farfa

Oggi a Roma, al Ministero della Cultura, si è svolta una riunione sulla candidatura all’Unesco degli Insediamenti benedettini in Italia.

A promuovere la candidatura la Fondazione Comunitaria del Lecchese insieme al Comitato scientifico, che ha condotto alla selezione di otto contesti paesaggistici e monumentali, tra cui Santa Maria di Farfa.

Gran concerto di Capodanno all’Abbazia di Farfa con l’orchestra Pueri Symphonici

Il progetto di candidatura mira a testimoniare la nascita del fenomeno benedettino in connessione con l’evoluzione dell’architettura religiosa e con la trasmissione del sapere in Europa.

L’Abbazia di Farfa candidata ufficialmente a diventare patrimonio Unesco

Dopo la riunione di coordinamento è stato elaborato il dossier per la verifica preliminare da parte degli organismi consultivi dell’Unesco.

Il percorso di candidatura condiviso con gli organi politici prevede l’invio a Parigi del dossier completo nel 2026 per la valutazione finale nel Comitato del Patrimonio Mondiale del 2027.

“E’ una richiesta che abbiamo sostenuto con convinzione fin dal primo momento. I monasteri sono parte integrante e attiva della nostra identità. Sono luoghi che nei secoli hanno rappresentato elementi centrali della vita dei territori e delle comunità italiane. Ogni monastero è stato un faro di cultura che ha trasmesso una grande storia e, inoltre, sono scrigni di arte e bellezza. Per questo è doveroso sostenere questa aspirazione”, ha dichiarato il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano,