L’incarico di direttore del museo civico finisce sotto la lente dell’Anac

L’incarico di direttore del museo civico finisce sotto la lente dell’Anac

Dopo le polemiche dei giorni scorsi approderà all’interno del consiglio comunale la vicenda relativa all’incarico di nuovo direttore scientifico del Museo Archeologico di Fara Sabina che il Municipio sabino si è messo a cercare – trovando addirittura ben 4 candidati – a titolo completamente gratuito.

Attraverso un’interpellanza presentata dal gruppo consiliare “Pd-Fara Progressista” composto dal coordinatore dem di Fara, Alessandro Spaziani, e dai consiglieri Mabel Moretti e Carlo Desideri, infatti, l’assise di giovedì prossimo (inizio lavori alle ore 10) sarà chiamata a discutere sull’affidamento che l’Ente si appresta ormai a conferire, avendo espletato tutte le procedure burocratiche necessarie. In ultimo la valutazione dei profili dei candidati da parte di una commissione nominata appositamente, che ha individuato il ruolo più giusto per il prestigioso incarico, che però non sarà remunerato.

La cosa, oltre ad aver fatto molto scalpore sia nelle aule politiche sia nelle piazze, reali e virtuali, del territorio, è inoltre finita sui tavoli dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (Anac), attraverso un carteggio avviato dalla segreteria provinciale di Sinistra Italiana.

(Articolo completo sul Corriere di Rieti in edicola il 27 novembre)

Paolo Giomi