Schlein al polo logistico, il consorzio industriale non garantisce le condizioni di ordine pubblico

Schlein al polo logistico, il consorzio industriale non garantisce le condizioni di ordine pubblico

E’ anticipato da una bufera logistico-istituzionale l’arrivo a Passo Corese del segretario nazionale del partito democratico, Elly Schlein, previsto per il primo pomeriggio di lunedì 18 dicembre. Attraverso una lettera protocollata nelle poste certificate di prefettura, questura, provincia di Rieti, i comandi dei vigili del fuoco e dei vigili urbani di Fara in Sabina, nonché lo stesso municipio Sabino, il consorzio industriale della Regione, titolare delle aree dove la segreteria locale dei dem farensi ha previsto l’intervento della segretaria nazionale, dichiara di non poter garantire le condizioni di ordine pubblico necessarie a causa di comunicazioni tardive e troppo generiche ricevute dalla stessa segreteria. “Lo scrivente ente non è nelle condizioni di attivare le procedure per emettere la necessaria ordinanza, rendere partecipi enti, società di trasporto pubblico, forze dell’ordine, Asl etc.. e rendere libere le aree, aree che peraltro nell’istanza non sono state nemmeno specificatamente individuate parlando genericamente di “area di vostra pertinenza – si legge nella pec del consorzio regionale del Lazio -. L’area presumibilmente individuata è di solito piena di tir in attesa di effettuare il carico e scarico di merci presso le aziende e pertanto l’utilizzo della stessa rischierebbe di bloccare l’operatività delle aziende medesime proprio nel periodo di picco coincidente con le prossime festività natalizie. Alla luce di quanto sopra, vista anche la tipologia di utenza normalmente presente nell’Agglomerato Industriale costituita come specificato da mezzi di grandi dimensioni, si suggerisce di voler individuare aree al di fuori dell’area industriale per garantire le condizioni di sicurezza dell’evento. Lo scrivente ente si ritiene fin d’ora sollevato da ogni responsabilità civile, amministrativa e penale conseguente a qualsiasi fatto possa verificarsi all’interno delle aree di pertinenza”.

Parole, quelle pronunciate dall’ente titolare del polo della logistica di passo rese, che che lasciano trapelare un qualche genere di fraintendimento tra gli organizzatori e il consorzio stesso. Fraintendimento che, lo stesso segretario comunale del partito democratico di Fara in Sabina, Alessandro Spaziani, dichiara di aver superato proprio in questi minuti. “ Abbiamo appena ascoltato i referenti del consorzio – dice Spaziani – e abbiamo convenuto di spostare l’appuntamento in un’area più grande e sicura, lontana dal traffico dei mezzi pesanti pesanti”. Aria che però risulta essere comunque all’interno del polo della logistica di cui lo stesso consorzio è titolare e responsabile.

Paolo Giomi