Sfilata Frasso Moda & Riciclo, vince l’abito ecosostenibile “Tempo”

Sfilata Frasso Moda & Riciclo, vince l’abito ecosostenibile “Tempo”

“Grande festa dedicata alla terra e alla tutela dell’ambiente”. La festa con cui la Pro Loco di Frasso ha celebrato i 10 anni di Sfilata Frasso Moda & Riciclo, trasformando il piccolo borgo “prima in un salotto a cielo aperto, per dibattere di moda, turismo, economia circolare e comunità energetiche con esperti, ricercatori, addetti del settore e docenti universitari”. Dalle 21, poi, “Frasso è divenuto passerella del fashion show, con la gara degli 11 artisti del riciclo (che ha visto il debutto del primo vestito da uomo), il party sotto le stelle e la torta con le 10 candeline spente da Marilyn Monroe vestita di rifiuti”.
A stabilire il podio della sfilata n°10, la giuria composta da Leonardo Tosti, vicepresidente Federmoda, Arianna De Biasi, Fondatrice Dress Ecode, Ilaria Tabarani e Monica Facchin Legambiente Bassa Sabina, Tiziana Di Giacomo, direttrice Accademia di Moda Sabina, che ha tributato il 1° premio a “Tempo”, abito da sera romantico e grintoso, indossato da Fabiana Fosso, realizzato da Donata Claps e Vita Masi (Basilicata), usando sacchi di plastica per l’immondizia, buste della spesa, rete per la decorazione di fiori e una tenda da sole dismessa. La 2° piazza, e premio speciale del pubblico, per il duo Benedetti-Cestari e il loro “Spicchi di Luna”, accattivante outfit soirée ricavato con teli da imballaggio, scarti in plastica, residuo della lavorazione dell’alluminio, addobbi natalizi, spugna per lavaggio pentole. Al 3° posto l’armata al femminile “Vive e cattive show”, team di amiche-colleghe arrivate dalla periferia di Bologna con “Buona la prima”, mini-dress creato con tutti gli scarti recuperati dal loro lavoro in stamperia.
Infine il riconoscimento “Passione sostenibile”, assegnato dal Circolo Legambiente Bassa Sabina a “Rinascita dal riciclo” di Ania Gastol, ottenuto da giornali e volantini usati, pizzo di vecchie tovaglie, stoffa second hand.
A rendere indimenticabile la serata, condotta da Viviana Rapisarda, voce di Radio Company, e ammaliata dalla danza di Simona Borghese, gli allestimenti made Pro Loco Frasso, col sostegno della comunità, di amici e di volontari. Doveroso sottolineare la firma del “manifesto per il futuro rinnovabile di pace”, a cura del sindaco Quirino Bonaventura e di Alessandra Bonfanti, responsabile piccoli comuni Legambiente, affiancati dal vicesindaco Matteo Ippoliti, dal consigliere Gianluca Statuti, da Francesco Statuti presidente Pro Loco e Antonio Statuti ex sindaco ideatore di Sfilata Frasso.

Tania Belli