Sicurezza a Osteria Nuova, sindaci e negozianti incontrano i carabinieri

Sicurezza a Osteria Nuova, sindaci e negozianti incontrano i carabinieri

Osteria Nuova sta diventando un vero e proprio distretto. Non semplicemente una realtà economica in crescita, ma, soprattutto, un ambito commerciale che si sta amalgamando e rendendo più coeso.
Infatti, su impulso della raccolta firme realizzata, nel maggio 2021, per chiedere più attenzione sul tema sicurezza (stimolata da alcuni fatti accaduti in Sabina), con l’adesione di oltre 80 aziende orbitanti nell’hinterland di Osteria Nuova, appena qualche giorno fa è stato compiuto un passo ulteriore. Un passo importante, all’insegna dall’agire comune e nell’interesse dell’intera area; il passo che ha visto nascere un gruppo dedicato, trasformatosi in chat, dove far confluire tutte le esigenze e le necessità di quanti lavorano o sono titolari di imprese ad Osteria Nuova e dintorni.
La prima tematica che nel gruppo è stata calendarizzata, per essere debitamente affrontata, si è rivelata essere nuovamente quella della sicurezza, tornata di forte attualità a seguito dei recenti episodi di micro-criminalità (in particolare furti o tentativi di furto), che hanno interessato ancora una volta la Sabina, con epicentro negozi e attività operanti ad Osteria Nuova (oltre a qualche privata abitazione).
Ebbene, questo agire ad una sola voce, sulla base di problematiche concrete, ha avuto già un effetto significativo; ovvero, il risultato di farsi ascoltare meglio e di più; un ascolto fattivo e fruttuoso, che ha fatto avvicinare, e, quindi dialogare le varie parti coinvolte nell’argomento sicurezza, conducendole a fissarsi un appuntamento venerdì 24 novembre, presso la sala conferenze della Grotta dei Massacci di Frasso, col fine di poterlo approfondire e, possibilmente, superarne le criticità. Un incontro ufficiale sulla sicurezza, promosso dai carabinieri (curatore il comando di Poggio Mirteto), e rivolto a tutte le attività commerciali orbitanti ad Osteria Nuova, a cui prenderanno parte anche i sindaci dei Comuni di Frasso, Poggio Moiano, Poggio Nativo, Scandriglia, oltre che i primi cittadini sul cui territorio vi sono stazioni dei carabinieri. Molta speranza si ripone su tale iniziativa, con l’auspicio che possa fungere da pietra miliare per un proficuo coordinamento tra tutte le parti in causa e, da qui, fare sostanziali progressi su una delle questioni più sentite ad Osteria Nuova, la sicurezza.

Tania Belli