Cambio al vertice della Legione carabinieri Lazio

Cambio al vertice della Legione carabinieri Lazio

Il generale di corpo d’armata Antonio de Vita ha ceduto il comando della Legione Carabinieri “Lazio” al generale di divisione Andrea Taurelli Salimbeni nel corso di una cerimonia all’interno della caserma “Giacomo Acqua” di piazza del Popolo, alla presenza del generale di corpo d’armata Enzo Bernardini, comandante interregionale Carabinieri “Podgora”.
L’arrivo al comando della Legione “Lazio” il 19 luglio del 2021 era stato un ritorno nella Capitale per il generale de Vita dove aveva già retto per due anni il comando provinciale di Roma, dal 2016 al 2018, e da dove andò via per assumere il comando della legione Carabinieri “Lombardia”.
Il generale de Vita, dopo aver salutato le numerose autorità presenti, ha rivolto a tutti i militari delle diverse articolazioni della Legione un sentito plauso per l’elevatissimo e corale impegno profuso nel corso dei suoi due anni di comando, caratterizzato dalle naturali difficoltà gestionali – sotto il profilo operativo, del personale e logistico-amministrativo – derivanti dalle singole realtà territoriali delle province laziali e in particolare per gli importanti eventi avvenuti nella Capitale, con cui l’Arma dei carabinieri si è dovuta cimentare, dal G20 dell’ottobre 2021 alla morte del Papa emerito Benedetto XVI. Sono stati inoltre eseguiti importanti interventi sul fronte della logistica, con l’inaugurazione di nuove caserme e la realizzazione di nuovi progetti.