Cittadini in piazza per dire no al forno crematorio

Cittadini in piazza per dire no al forno crematorio

Tantissime persone hanno riposto presente. Dai social la protesta si è spostata lungo le vie della città. un corteo partito alle 11 da parco Marcheggiani e che ha attraversato le vie principali di Mentana per dire di “no” al nuovo forno crematorio che dovrebbe sorgere a ridosso del cimitero cittadino. Un centro che, ogni anno, dovrebbe smaltire più di 2.200 salme, con un compenso per il comune di Mentana di circa 30 mila euro l’anno. Una prospettiva che i residenti non vogliono minimamente prendere in considerazione. Il forno, infatti, non solo andrebbe a collocarci vicino a scuole e abitazioni. Avrebbe, secondo il progetto, una canna fumaria alta 15 metri dalla quale usciranno, in pratica a ciclo continuo, i fumi dei corpi cremati dei defunti di Roma e provincia. Per questo tante persone sono scese in strada per chiedere all’amministrazione di ritirare il progetto. (servizio completo nell’edizione del Corriere di Rieti del 28 gennaio)

Matteo Torrioli