Strade devastate in Bassa Sabina, l’appello di FdI alla presidente Cuneo

Strade devastate in Bassa Sabina, l’appello di FdI alla presidente Cuneo

Da anni, numerose arterie viarie nella Bassa Sabina versano in condizioni di degrado, mettendo a repentaglio la sicurezza e la fluidità del traffico. Il circolo territoriale di Fratelli d’Italia di Montasola rivolge un pressante appello alla presidente della Provincia Roberta Cuneo, sollecitando interventi immediati.

“Tra le strade a rischio troviamo la strada provinciale 52C, all’altezza dello storico santuario di Vescovio, nel comune di Torri in Sabina. Una strada dissestata dall’apparato radicale degli alberi sviluppatosi in superficie che deforma e danneggia fortemente il manto stradale, rendendo la percorrenza estremamente pericolosa per gli autoveicoli, ed in modo particolare per motociclisti e ciclisti. Altro tratto critico è la strada provinciale 52C, nei pressi di Torri. Frana, posta in prossimità di una curva, con forte limitazione della carreggiata ridotta ad una sola corsia. Un appello urgente, ancora una volta, è rivolto anche alla strada ridotta da anni ad autentica groviera con relativa frana in piena curva, parallela a via Colle Moretto, che da anni chiude l’intera corsia. Nonostante gli interventi effettuati nei giorni scorsi a ridosso della frana, l’installazione di segnaletica – di cui era sprovvista da anni – e il taglio di rovi e cespugli, sembrano non rendere in nessun modo migliore la viabilità per gli utenti della strada”. (servizio sull’dizione del Corriere di Rieti del 24 febbraio)

Marco Chiaretti