Diede fuoco ad oltre 2 mila mq di terreni e boschi in Sabina, arrestato 54enne

Diede fuoco ad oltre 2 mila mq di terreni e boschi in Sabina, arrestato 54enne

Il Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale, Agroalimentare e Forestale di Rieti, coadiuvato dal Nucleo Operativo Radiomobile di Poggio Mirteto e dal Nucleo Carabinieri Forestale di Poggio Moiano, su disposizione del GIP del Tribunale di Rieti, ha dato esecuzione alla misura degli arresti domiciliari, nei confronti di un 54enne, con precedenti di polizia, indagato per il delitto di incendio boschivo doloso. Il provvedimento riflette gli esiti di un’attività investigativa, cui ha collaborato anche l’aliquota Carabinieri della sezione di polizia giudiziaria presso la Procura di Rieti, iniziata lo scorso febbraio, a seguito di una serie di incendi che erano stati appiccati in sequenza, su terreni coltivati, cespugliati ed arborati in Comune di Montopoli di Sabina.

Gli eventi avevano interessato una superficie complessiva di oltre 2.000 mq, con suscettività ad espandersi nei boschi limitrofi, ponendo in pericolo le abitazioni circostanti. Naturalmente, il destinatario del provvedimento cautelare è da ritenersi presunto innocente sino a sentenza definitiva. Questa vicenda dimostra come, anche nel periodo invernale, non sia possibile abbassare la guardia in questo delicato settore.

È per questo che continua ad attestarsi al massimo livello l’allerta e l’attenzione posta dai Carabinieri Forestale di Rieti nell’attività di vigilanza dei nostri territori, anche mediante l’attivazione, laddove necessario, di una task force di militari specializzati nella repertazione e nell’attività d’indagine sugli incendi boschivi.