Arci organizza una cena per raccogliere fondi per il Carnevalone Liberato

Arci organizza una cena per raccogliere fondi per il Carnevalone Liberato

Ciborio dell’Avvento. Questo il nome dell’evento creato su Facebook dall’Arci di Poggio Mirteto per sostenere il Carnevalone Liberato.
Anche quest’anno, infatti, la festa che celebra l’autoliberazione di Poggio Mirteto dallo Stato Pontificio rischia di non svolgersi. Oltre al Carnevalone Poggiano, Poggio Mirteto è nota per il Carnevalone Liberato, festa anticlericale conosciuta anche oltre i confini italiani. Da quattro anni la città dei due carnevali cammina zoppa.
Con l’arrivo del Covid-19 sono iniziati purtroppo i primi problemi, fino all’edizione 2023, che è saltata a causa dell’alto costo del piano sanitario e di sicurezza. Come ha spiegato a mezzo social il Circolo Arci di Poggio Mirteto, che organizza la festa, soltanto per coprire l’importo del piano sanitario servirebbero 7000 euro.
L’Arci di Poggio Mirteto propone quindi una cena a sostegno del Carnevalone Liberato venerdì 19 gennaio alle 19.30 presso la ex sala Farnese. La serata sarà accompagnata dalla musica di dj set Aspra Posse e da un ospite a sorpresa. È obbligatoria la prenotazione entro mercoledì 17 gennaio, specificando la scelta del menù di carne o vegano all’e-mail [email protected]. È inoltre possibile effettuare direttamente una donazione attraverso Paypal al link https://shorturl.at/rvFN5. Ulteriori informazioni sono contenute nell’evento Facebook.

Elisa Sartarelli