Ex Risorse Sabine, Provincia e sindacati lavorano per stabilizzare i 66 lavoratori

Ex Risorse Sabine, Provincia e sindacati lavorano per stabilizzare i 66 lavoratori

“Questa mattina (6 ottobre ndr), insieme al consigliere Maurizio Ramacogi ho incontrato i sindacati e lavoratori per la complessa questione di Risorse Sabine – lo scrive in una nota il presidente della Provincia di Rieti, Roberta Cuneo -. Ci sono 66 persone ancora senza certezze ed il compito dell’Amministrazione è fare luce per arrivare ad una soluzione. I sindacati hanno giustamente ribadito la necessità urgente di trovare una definitiva composizione della vertenza attraverso un nuovo percorso normativo di stabilizzazione. Abbiamo deciso per questo – continua Cuneo – di procedere in maniera congiunta per lavorare sulla possibilità di soluzioni definitive dandosi come obiettivo quello di portare avanti con la Regione, in accordo con il consigliere regionale Michele Nicolai, il riconoscimento di un emendamento specifico, che possa dare una risposta a questi lavoratori. Il prossimo appuntamento per verificare lo stato dei lavori è il 10 novembre quando si farà un punto sulla questione” conclude Cuneo.

All’incontro presenti i segretari di Cgil, Claudio Coltella e quello Cisl, Paolo Bianchetti. “Abbiamo ribadito la necessità urgente di trovare una definitiva composizione della vertenza ex risorse sabine attraverso un nuovo percorso normativo di stabilizzazione. La non facile vertenza trova nelle parole del Presidente della Provincia di Rieti un valido alleato al fine di ottenere dalla Regione Lazio il provvedimento legislativo necessario anche in vista della scadenza dei progetti al 31.12.2023”.