Fondi dalla Regione Lazio per le 108 botteghe storiche reatine

Fondi dalla Regione Lazio per le 108 botteghe storiche reatine

Dalla Regione Lazio 2,4 milioni di euro per la valorizzazione delle botteghe storiche.

“Ogni paesaggio o borgo nella nostra Regione rappresenta una storicità che va conservata e mantenuta nel tempo. Siamo la Regione dei borghi storici, dove antiche maestranze vengono ancora custodite nelle mura dei nostri paesi o città. La storia, il passaggio del tempo nei nostri territori, che spesso rischia di essere cancellata dalla modernità, ha bisogno di una conservazione. Infatti, grazie alla delibera proposta dell’assessore alle attività produttive Angelilli questa, a Rieti sono state riconosciute 4 fiere storiche che rappresentano una cornice di unicità ed esaltano l’artigianato locale o limitrofo”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Eleonora Berni.

Il contributo regionale coprirà il 70% delle spese per l’attuazione dei programmi per i Comuni con popolazione superiore a 5mila abitanti e pari al 100% del totale delle spese previste per l’attuazione per i Comuni con popolazione inferiore ai 5mila abitanti e per quelli in dissesto finanziario.

Lo sportello valutativo sarà aperto dal 1° marzo 2024 al 31 luglio 2024. L’istruttoria si articolerà in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande e fino ad esaurimento delle risorse finanziare disponibili.

“La provincia di Rieti, con 108 botteghe storiche, dopo Roma è una delle province con il numero più alto. Questo dato è un motivo di vanto per il territorio che rappresento e per la conservazione di attività storiche che nonostante le difficoltà continuano a tramandare la loro unicità. Sono sicura che questa delibera è solo un primo passo per la valorizzazione delle nostre province. Questo consentirà ai borghi di essere resilienti in un questo periodo storico di grandi cambiamenti. Lo stanziamento di fondi è un’importante atto che permette di dare risposte necessarie alle nostre province, come promesso in campagna elettorale”, ha concluso Eleonora Berni.