Per 840 ragazzi disabili reatini andare a scuola è un problema

Per 840 ragazzi disabili reatini andare a scuola è un problema

Ci sono storie, che non tutti conoscono, sommerse dal silenzio, dalla vita frenetica e dall’indifferenza. Una di queste riguarda le tante difficoltà che incontrano quotidianamente 840 studenti con disabilità. Da una parte una serie di lacune, che rendono impossibile una inclusione dei ragazzi, dall’altra parte la difficoltà dei genitori a seguire i figli nell’immensa trappola burocratica del paese. La situazione si complica se di mezzo ci sono problemi economici. “Non sono poche le difficoltà che incontriamo ogni giorno nel sistema scolastico – ha commentato la portavoce dell’associazione famiglie e persone con disabilità, Elisabetta Ripaldi –. Ci troviamo davanti ad una assenza completa di continuità degli insegnanti di sostegno, che vengono cambiati ogni anno, provocando un trauma all’alunno. Nel periodo delle gite scolastiche, per mancanza di organizzazione e validi strumenti idonei ad accompagnare il ragazzo, i genitori vengono messi in una condizione di rinuncia, creando di base una esclusione”. (Servizio completo sull’edizione del 18 maggio del Corriere di Rieti)

Marco Staffiero