Al via i lavori per la riqualificazione di Palazzo Javarroni. Ospiterà 13 alloggi Ater

Al via i lavori per la riqualificazione di Palazzo Javarroni. Ospiterà 13 alloggi Ater

Palazzo Javarroni torna a nuova vita. L’Ater territoriale ha consegnato in questi giorni le chiavi del cantiere alla ditta appaltatrice e già da questa settimana inizieranno i lavori per il recupero dello storico stabile in Via delle Verdura. Lo sbocco burocratico risale al 20 dicembre del 2022, attraverso la pubblicazione sul bollettino ufficiale della Regione Lazio, dell’approvazione di un finanziamento di 1,6 milioni di euro per la realizzazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica nel Palazzo. Il Programma di recupero, che rientra nella Missione 5 dello stesso PNRR, è finalizzato alla riduzione del disagio abitativo, con particolare riferimento all’incremento della qualità dell’abitare. Potevano presentare le domande solo i Comuni capoluogo di provincia anche d’intesa con le Ater e le Regioni. L’Ater della provincia di Rieti, sulla base del progetto di fattibilità di cui l’azienda si è dotata nel 2019, ha curato la domanda per il finanziamento delle somme necessarie per i lavori di completamento ad eccezione di piccola frazione immobiliare. Il restauro dell’edificio in via della Verdura a Rieti, venne approvato i primi di agosto del 2021, ma soltanto a dicembre dello scorso anno venne approvato il finanziamento effettivo, che farà partire i lavori la prossima settimana. All’interno del palazzo in un’area di 1480 mq, sorgeranno 13 unità abitative. All’esterno un ampio cortile, dove sorgerà un’area di verde per gli abitanti dello stabile. Importante è stato il lavoro svolto dagli in questi mesi dagli uffici dell’Ater di Rieti e dalla Regione Lazio, per la realizzazione dell’opera. Il Restauro di Palazzo Javarroni è senza dubbio un progetto importante, che vede un investimento complessivo di poco più di 3 milioni di euro. La proposta progettuale, che l’Ater avanzò al Comune di Rieti per il Bando ministeriale, risale a settembre del 2020, per poi essere finanziata al Comune quale soggetto beneficiario dei fondi ministeriali. Approvato il finanziamento a dicembre del 2022, l’Ater con la progettazione esecutiva riuscì a bandire la gara dei lavori di restauro in poco tempo, dando la possibilità di accelerare l’iter burocratico, per arrivare all’inizio dei lavori effettivi per la fine di giugno di quest’anno. Il buon lavoro fatto sinora e la piena funzionalità delle procedure e dei rapporti tra il comune di Rieti e L’Ater territoriale consentiranno di portare a compimento un intervento di riqualificazione del centro storico, oltre che potenziare la residenza sociale con nuovi alloggi di piccolo taglio, che potranno essere un altro contributo per dare risposta al fabbisogno dell’edilizia popolare.

Marco Staffiero