Carcere, Uspp: “Problema sicurezza nelle varie sezioni. Si intervenga subito”

Carcere, Uspp: “Problema sicurezza nelle varie sezioni. Si intervenga subito”

Torna di attualità il problema legato alla sicurezza nel carcere di Vazia. “Pochi giorni fa alcuni detenuti si erano resi responsabili di aver incendiato dei materassi, provocando fumo acre nel reparto costringendo gli agenti anche alle cure per averne inalato sufficientemente per portare in salvo i stessi artefici e spegnere il fuoco, mentre altro aveva aggredito con lametta un agente” sottolinea il sindacato Uspp. “Purtroppo ci segnalano altre aggressioni e minacce con lancio di bombolette di gas accese nei confronti degli agenti, con battiture alle inferriate nei turni serali e notturni, da parte di più detenuti delle varie sezioni destabilizzando l’ordine e sicurezza” spiega il segretario regionale Uspp Daniele Nicastrini. “Oggi il carcere di Rieti Vazia può contare su circa 98 unità presenti rispetto ad un organico previsto di 176 unità, a fronte di una popolazione detenuta di oltre 300 presenze. Oramai siamo all’osso col personale chiamato a svolgere turni difficili rispetto ad una popolazione detenuta multipla vista la presenza di metà di nazionalità estera soprattutto magrebini che insieme diventano una comunità di difficile gestione. Per questo chiediamo un intervento urgente per risolvere il problema” conclude Nicastrini.