Controlli del Nas nelle mense scolastiche della provincia: sette su dieci sono risultate irregolari

Controlli del Nas nelle mense scolastiche della provincia: sette su dieci sono risultate irregolari

Il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, d’intesa con il Ministero della Salute, ha realizzato una campagna di controlli a livello nazionale finalizzato alla verifica dei servizi di ristorazione e delle imprese di catering assegnatari della gestione delle mense presso gli istituti scolastici. L’esecuzione delle attività ispettive ha interessato 1.058 aziende di ristorazione collettiva operanti all’interno di mense scolastiche di ogni ordine e grado, dagli asili nido fino agli istituti superiori, sia pubbliche che private. Tra le ditte controllate, 341 hanno evidenziato irregolarità, pari al 31%, accertando 482 violazioni penali e amministrative, con conseguente irrogazione di sanzioni pecuniarie per 240 mila euro, contestate a causa di violazioni nella gestione degli alimenti e nelle condizioni d’igiene nei locali di preparazione dei pasti, nella mancata rispondenza in qualità e quantità ai requisiti prestabiliti dai capitolati d’appalto, nella regolarità di impiego delle maestranze e relativo possesso di adeguata qualifica e preparazione professionale.

Il NAS di Viterbo in provincia di Rieti, ha eseguito 10 controlli, in 7 dei quali sono state rilevate irregolarità. In particolare le violazioni riscontrate sono riferite: all’omesso rispetto dei requisiti generali in materia d’igiene; mancata tracciabilità di prodotti alimentari; detenzione di alimenti in stato di alterazione o cattivo stato di conservazione e omesso interventi di manutenzione periodica sulle attrezzature antincendio previste dalla normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.