Emodinamica, Nicolai: “Garantire il servizio del De Lellis”

Emodinamica, Nicolai: “Garantire il servizio del De Lellis”

Il reparto di Emodinamica, cardiologia interventistica, dell’ospedale De Lellis dal primo giugno rischia di non poter più garantire alcun tipo di urgenza notturna e festiva oltre che in alcune fasce orarie diurne in quanto rimarrebbero soltanto due emodinamisti. È già da qualche giorno infatti che circola la notizia delle dimissioni rassegnate dal cardiologo Enrico Rinaldi e del trasferimento a Roma di tre emodinamisti e cardiologi interventisti che hanno vinto un concorso decidendo così di lasciare l’ospedale reatino per la Capitale.
E quindi su cinque professionisti ne rimarrebbero appunto due con le urgenze cardiologiche che non potrebbero essere più gestite a Rieti ma richiederebbero il trasferimento in un ospedale romano con un ritardo nei tempi di intervento che comporterebbe, in termini di rischio, una percentuale alta in negativo per la vita dei pazienti. Da qui l’appello al presidente della Regione, Francesco Rocca a trovare una soluzione. Sulla notizia è intervenuto il neo consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Michele Nicolai: “le dimissioni di tre medici emodinamisti, e il conseguente ridimensionamento per un servizio che aveva rappresentato negli ultimi anni una delle vere eccellenze del De Lellis di Rieti, confermano quanto la sanità rappresenti una delle priorità assolute del nuovo corso della Regione Lazio. Fratelli d’Italia ha sempre denunciato le gravi difficoltà della sanità, nel Lazio e in particolare nella provincia di Rieti, tanto che il nuovo presidente Francesco Rocca ha individuato questo settore tra le priorità del proprio mandato”.  (servizio completo sull’edizione del 1 marzo del Corriere di Rieti)

Paola Corradini