Fallimento Coop Risparmio ‘76, davanti ai giudici sfilano i primi testimoni

Fallimento Coop Risparmio ‘76, davanti ai giudici sfilano i primi testimoni

Entra nel vivo il processo relativo al fallimento della Coop Risparmio 76, con tanti risparmiatori reatini ancora in attesa di un equo indennizzo dal 2012-2013. Ieri sono stati ascoltati i primi nove testi dell’accusa (tutti ex dipendenti della predetta cooperativa). Le deposizioni hanno occupato per diverse ore il Collegio del Tribunale Penale di Rieti, presieduto da Carlo Sabatini. Numerose le domande che il Pubblico Ministero, Luana Bennetti, ha rivolto alle persone ascoltate che avevano dato inizio alle indagini con una serie di querele nei confronti dei quadri della cooperativa. I testi dell’accusa ieri dovevano essere 22, ma erano presenti solo 9. Nel corso delle prossime udienze verranno ascoltati altri, per arrivare ad un totale di 50 persone. I fatti contestati risalgono al 2009 e 2011, mentre la dichiarazione dello stato di insolvenza è del 2017.  Il danno arrecato alla massa creditoria, rapportato alla determinazione dello stato passivo approvato, fu quantificato per un importo superiore ai 13 milioni di euro.

(Articolo completo sul Corriere di Rieti del 20 settembre)

Marco Staffiero