Il ponte dell’Immacolata apre la stagione natalizia ma senza il tutto esaurito

Il ponte dell’Immacolata apre la stagione natalizia ma senza il tutto esaurito

Il ponte dell’Immacolata che apre la stagione natalizia, parte in salita. Tra bizze meteorologiche, inflazione, crisi varie e senza una adeguata pianificazione di eventi, per i tre giorni di festa non si registra il “tutto esaurito”, nel territorio. Sul Terminillo la neve è scesa, ma non a sufficienza per garantire l’apertura degli impianti, prevista se tutto va bene per Natale. “Per questi giorni di ponte – ha commentato il presidente di Federalberghi Rieti, Michele Casadei – non viene registrato nessun pienone. Presenze discrete in linea con lo scorso anno. Il Terminillo, nonostante la chiusura degli impianti per una scarsa presenza di neve, insieme a Greccio rimane la località più gettonata. Nella gestione generale delle prenotazioni, certamente il continuo cambio del clima non aiuta. Non sono poche le famiglie, che durante l’anno sono spinte a disdire le prenotazioni all’ultimo momento”. Secondo l’operatrice turistica Rita Giovannelli “Su 1.000 posti letto disponibili tra il capoluogo e il comprensorio del Terminillo, abbiamo circa il 60% delle prenotazioni. L’altro 40% è rimasto libero, creando dei notevoli disagi dal punto di vista economico-turistico”.

(Articolo completo sul Corriere di Rieti in edicola l’8 dicembre)

Marco Staffiero