Solidarietà in carcere, i detenuti donano genere alimentari ai poveri

Solidarietà in carcere, i detenuti donano genere alimentari ai poveri

La solidarietà non ha volto e forse quanto accaduto alla Casa circondariale di Rieti è l’esempio migliore per dimostrarlo. Qualche giorno fa all’interno del carcere di Rieti sono stati consegnati pacchi di generi alimentari per la raccolta del Banco Alimentare. Oltre un quintale di generi alimentari (pasta, olio, pelati, legumi, zucchero…)  sono stati donati e poi distribuiti tra le associazioni che si occupano di assistenza ai più poveri.
I detenuti, per dare vita alla raccolta, hanno donato parte della loro spesa settimanale e a loro si sono uniti anche i dipendenti e gli operatori del carcere reatino che hanno raccolto una quantità importante di alimenti che potranno andare sulle tavole di chi non ha nulla. È la prima volta che a Rieti si verifica un evento di questo genere e sicuramente, in un momento difficile per tutti, rappresenta un segnale importante come sottolineato anche dalla direttrice e dagli operatori. La consegna degli alimenti ai referenti reatini del Banco Alimentare Onlus Michele d’Alessandro e Primo Scappa, ha avuto luogo alla presenza del direttore della Casa circondariale Chiara Pellegrini e di Luca Agabiti.