Basket A2. Sebastiani, Pietropaoli: “Abbiamo allestito una squadra che tutti temono”

Basket A2. Sebastiani, Pietropaoli: “Abbiamo allestito una squadra che tutti temono”

“Abbiamo allestito una squadra che tutti temono, impegnando un budget importante: ora mi aspetto dai reatini una risposta concreta ed adeguata nella sottoscrizione degli abbonamenti!”. Roberto Pietropaoli, il proprietario della Real Sebastiani, torna a scuotere la Rieti dei canestri. Il pensiero e la filosofia del patron amarantoceleste, in fondo, non fanno una piega. È opportuno che la città risponda e condivida in misura adeguata gli sforzi della proprietà che ha regalato a Rieti dapprima un titolo sportivo di serie A2 e, a ruota, un organico di primo livello per partecipare al secondo torneo nazionale. Le parole di Alex Finelli – oggi tecnico di Treviglio, ma che lo scorso anno ha guidato la Real Sebastiani a sfiorare la promozione contro Agrigento – al riguardo sono emblematiche. “La campagna di rafforzamento delle squadre non si è ancora del tutto conclusa – dice Finelli – anche se il grosso è stato fatto e credo che Rieti abbia allestito un organico competitivo e di assoluto valore. Nel nostro girone metto come favorite Cantù e Trapani, poi ci siamo noi di Treviglio e, subito dopo, colloco sullo stesso piano Torino, Milano, la Sebastiani e la  Juvi Cremona che sta venendo su molto bene”. La Sebastiani deve inserire ancora un centro USA, ma la squadra ormai è costruita. Si tratta di un organico profondo, competitivo, ben assemblato con 10 giocatori 10 tra i quali la stella sarà il fromboliere Jazz Johnson. Sull’ingaggio del mirabolante atleta statunitense, il coach Alessandro Rossi manifesta  il proprio entusiasmo. “Mi auguro proprio che l’ingaggio di Jazz Johnson sia ottimo per noi – dice Rossi con la cautela e l’umiltà proprie dell’uomo e del professionista – cercheremo di fare in modo che egli possa esprimersi al meglio, ma soprattutto che sia un valore aggiunto per i suoi compagni”. Tuttavia sull’ingaggio di Jazz Johnson – ormai avvenuto – si aggira come un falco la neonata Trapani dell’imprenditore Antonini. Trapani ha già sottratto alla Sebastiani il play Rodriguez, versando un corposo buy out a Pietropaoli e sembra stia tentando la stessa operazione con Johnson. Per questo è opportuno che i tifosi facciano sentire la propria vicinanza alla Real Sebastiani ed a Pietropaoli attraverso la sottoscrizione di un numero congruo di tessere-abbonamento per il  nuovo campionato. D’altronde i dati parlano chiaro. Lo scorso anno  Cento ha registrato ben 2200 abbonati, Nardò 1500, Chiusi 700, Cividale 600 abbonati: è opportuno ed auspicabile che gli sportivi amarantoceleste facciano la propria parte, avvicinando realtà cestistiche che, di certo, storicamente sono inferiori A Rieti.

Valerio Pasquetti